×    

20
16

Opera
Ultima

[Video]

Il video prende la mosse da un’omonima installazione di Ferruccio Ascari del 2012 composta di più elementi: una serie di urne in terracotta,[read more=”Read More”less=”Read Less”]diverse per dimensione e forma, contenenti al loro interno resti di difficile identificazione.
Forse ossa di esseri di imprecisata e imprecisabile natura. Le urne sono state poi sigillate dall’artista. Il loro contenuto è divenuto così segreto, invisibile, ma prima di compiere questa operazione e di renderne definitivamente inaccessibile l’interno sono state scattate una serie di fotografie: sono immagini parziali, dettagli di ciò che l’urna contiene. A partire da esse, chi guarda inizia un percorso immaginativo: un flusso di associazioni mentali che è parte integrante, essenziale di questo lavoro misterioso che sembra custodire un significato iniziatico. Il video tratto da quest’opera è anch’esso in effetti un viaggio. Un viaggio di natura visiva dentro imprecisate cavità, dentro un ipotetico sottosuolo, un deposito profondo che custodisce i resti d’ogni cosa, dove ogni cosa è soggetta ad un’incessante opera di trasformazione e germinazione.[/read]

Opera Ultima, 04’30”, 2016 (teaser 01’01’)