2011 Compianto

×    

20
11

Compianto
[Video]

In this video, as the title indicates, Ferruccio Ascari goes back to a subject that belongs to the tradition of Christian sacred art, namely the Lamentation of Christ,[read more=”Read More”less=”Read Less”]a theme that begins in the 1300s with Giotto in the frescoes of the Scrovegni Chapel in Padua and then becomes popular in Italian art over the next two centuries.
Once again the artist starts with visual material from two previous installations – Luogo Presunto (Presumed Place) and Sapiens – also used in two other videos in the site, Artisti contro il nucleare and Prometheus which are interconnected in a subterranean way. The fixed shot, short time span and singular soundtrack – a traditional Lucanian chant belonging to the genre of the lamentation – determine the character of this video whose theme – that of death – intertwines with that of pity and horror regarding the massacres perpetrated by human beings against other human beings.[/read]

Compianto. 00’26”, 2011

2016 Promethèus

×    

20
16

Promethèus
[Video]

The video can be seen as a development of Artisti contro il nucleare, made by Ferruccio Ascari at the time of the Referendum in 2011[read more=”Read More”less=”Read Less”]on the proposal to resume the production of nuclear power in Italy.
The visual material on which the artist draws is the same: an installation of slender figures made with metal wire, whose title – Sapiens – significantly alludes to the species to which they belong, its evolution, its achievements and the use that has been made of them over the course of history. An important feature of Prometheus is the soundtrack, Will be war soon?, a musical composition by Konstantin Trokay. The importance of the sound in this video is underlined by the darkness that accompanies many of the musical sequences: a darkness interrupted only by fleeting apparitions that seem to be the remains of a shattered world. The video, like the musical composition, raises questions about the future that may await us, and the use we human beings make of science and technology.[/read]

Promethèus, 04’55”, 2016 (teaser 0’33”)

2016 Promethèus

×    

20
16

Promethèus
[Video]

Il video può essere visto come uno sviluppo di Artisti contro il nucleare realizzato da Ferruccio Ascari in occasione del Referendum del 2011[read more=”Read More”less=”Read Less”]relativo alla proposta di reintroduzione dell’energia nucleare in Italia.
Il materiale visivo cui l’artista ha attinto è il medesimo: un’installazione di esili figurette in filo di ferro il cui titolo, Sapiens, significativamente allude alla specie cui apparteniamo, alla sua evoluzione, alle sue conquiste e all’uso che nel corso della storia ne è stato fatto. Un elemento di rilievo in Promethèus è la traccia sonora, Will be war soon? , una composizione musicale di Constantin Trokay. L’importanza che l’elemento sonoro assume in questo video è sottolineata dal buio che accompagna molte delle sequenze musicali: un buio interrotto unicamente da fulminee apparizioni che appaiono come resti di un mondo andato in frantumi. il video, come del resto la composizione musicale, è un’interrogazione sul futuro che potrebbe attenderci, sull’uso che noi esseri umani faremo della scienza e della tecnica.[/read]

Promethèus, 04’55”, 2016 (teaser 0’33”)

2011 Compianto

×    

20
11

Compianto
[Video]

In questo video, come il titolo indica, Ferruccio Ascari ha ripreso un soggetto che appartiene alla tradizione dell’arte sacra cristiana, ossia il Compianto sul Cristo morto,[read more=”Read More”less=”Read Less”]tema che prende avvio nel Trecento con Giotto negli affreschi della Cappella degli Scrovegni a Padova e diviene poi popolare nell’arte italiana dei due secoli successivi.
Ancora una volta l’artista è partito dai materiale visivo di due sue precedenti installazioni – Luogo Presunto e Sapiens – utilizzato anche in altri due video presenti nel sito, Artisti contro il nucleare e Prometheus che, in modo sotterraneo, sono tra loro collegati. L’inquadratura fissa, la brevissima durata e la singolare traccia sonora – un canto tradizionale lucano appartenente al genere del compianto – caratterizzano questo video il cui tema, quello della morte, si intreccia con quello della pietà e insieme dell’orrore nei confronti dei massacri compiuti dagli esseri umani nei confronti dei propri simili.[/read]

Compianto. 00’26”, 2011